Biorivitalizzazione per il viso

10 dicembre 2013No Comments

Sempre più donne e uomini scelgono di ricorrere al bisturi del chirurgo per interventi di medicina estetica. Le ultime tendenze però confermano che i ritocchi hard non sono più di moda. Molti preferiscono mini lifting, filler dermali a base di acido ialuronico e polilattico che modificano in maniera leggera le proporzioni del viso. La differenza è notevole.

I filler dermali hanno un effetto temporaneo perchè vengono riassorbiti dal corpo umano nell’arco di 6-12 mesi, mentre un lifting del viso è per sempre.

Le tendenze per il 2014: molto di moda è la biorivitalizzazione . Si tratta di un autotrapianto di sangue Prp, Platelet Rich Plasma. Si utilizza per ridare tono e freschezza al viso riducendo rughe e righe sottili. La biorivitalizzazione si usa anche per la cura di tendiniti, lesioni nervose, artrosi, lesioni cardiache e ossee.

Come si effettua: si utilizzano iniezioni intradermiche di acido ialuronico non modificato che stimola le cellule dello strato dermico della pelle. La seconda iniezione invece è quella del proprio sangue precedentemente prelevato e trattato che viene reimmesso in circolazione.

Avremo un liquido ricco di piastrine che una volta re-iniettato nel nostro corpo e contribuirà, grazie al richiamo delle cellule staminali, a stimolare i fibroblasti e le cellule della rigenerazione dei tessuti del viso.
La rigenerazione cellulare che otterremo servirà per dare tono e vigore al derma . Il viso apparirà più rilassato, i risultati saranno duraturi nel tempo per almeno 6 mesi.

I prezzi di un trattamento di biorivitalizzazione partono da 300 euro. Dipende dalla zona da trattare e dalla quantità di acido ialuronico e proprio plasma utilizzato. La biorivitalizzazione non da problemi di allergie visto che si usa il proprio sangue e l’acido ialuronico che è un materiale naturale. Si possono effettuare più interventi nel corso degli anni.

L’intervento dura circa 45 minuti. Effetti collaterali: possono apparire lividi e edemi conseguenti alle iniezioni che tendono a scomparire nel giro di 48 ore.

Leave a Reply